Archivio

Archivio Novembre 2006

A DISTANZA DI CINQUE ANNI

29 Novembre 2006 3 commenti

A distanza di cinque anni.

A distanza di cinque anni dalla morte di Giuliani, Placanica ritiene di essersi trovato in “un ingranaggio più grande di me. Ero nel posto sbagliato, non si potevano mandare ragazzi inesperti e armati in quella situazione”. Molti gli interrogativi che si pone l’ex carabinieri: “Secondo me sul G8 non è stata detta tutta la verità. Ci sono troppe cose che non sono chiare, come ad esempio: perchè alcuni militari hanno ‘lavorato’ sul corpo di Giuliani? Perchè gli hanno fracassato la testa con una pietra? Ritengo che cremare il corpo di Giuliani sia stato un errore, forse si sarebbe potuto scoprire di più. Sono alla ricerca della verità. Come fanno a dire che l’ho sparato in faccia. Non è vero. E’ impossibile. Non potevo colpire Giuliani. Ho sparato sopra la ruota di scorta del Defender”.

Categorie:Senza categoria Tag: , ,

Prodi: «Anomalie in notte elettorale»

27 Novembre 2006 2 commenti

Prodi: «Anomalie in notte elettorale»

Nella notte elettorale tra il 10 e l’11 aprile scorso ci sono stati «comportamenti inusuali». Lo ha detto il presidente del Consiglio Romano Prodi in un’intervista a Telelombardia. «Non ho visto il film di Deaglio, ma mi sono fatto un’idea di ciò che è successo», ha affermato il premier. «Il ritardo dell’arrivo dei dati definitivi, il ministro dell’Interno Pisanu che corre a casa del primo ministro Berlusconi invece di stare al Viminale: sono cose inusuali. Lo hanno constatato in tanti», ha spiegato il capo del governo. «Siamo stati appesi a un filo per ore e ore, credo per la prima volta nella storia italiana. I ritardi e le anomalie hanno posto interrogativi. Il crollo delle schede bianche costituisce un’anomalia. È un fenomeno che può essere spiegato con il cambio del sistema elettorale, ma attendiamo spiegazioni», ha concluso Prodi.

Categorie:Senza categoria Tag: , , ,

Roma e la cultura.

26 Novembre 2006 Commenti chiusi

Roma, folla enorme all’Auditorium per le «Lezioni di Storia»

«Finalmente a Roma comincia a vivere la vera cultura», dice una giovane studentessa universitaria in fila prima di entrare. «Se c’è tutta questa gente di domenica mattina per eventi come questi – continua un anziano settantenne – vuol dire che c’è tanta gente che ha bisogno di cose diverse da quelle che propone la televisione. Ho visto tanti giovani qui e la cosa mi fa piacere perché è indice di una città in fermento e assetata di vera cultura».

Categorie:Senza categoria Tag: ,

STUDENTI RICCHI O POVERI?

18 Novembre 2006 2 commenti

Studenti?

C’E’ un gruppo di studenti che arraffa il giornale del professore lo arrotola e glielo lancia addosso. Lui, il prof, resta seduto al suo posto, immobile, spaurito, ritirato e impotente davanti a quella che non è più neanche maleducazione. E’ violenza. Poi ci sono alcuni liceali o comunque vicini alla maggiore età che, chiusi in un’aula, a un segnale prestabilito, lanciano sedie contro un muro rischiando anche di colpire un compagno. Il tutto tra urla di incitamento e imprecazioni, in un crescendo di rabbia che ha poco di infantile. Che fa paura.

Categorie:Senza categoria Tag: , ,

SE NON FACCIAMO PRESTO

3 Novembre 2006 2 commenti

SE NON FACCIAMO PRESTO

Se non facciamo, presto, piazza pulita delle leggi contro la giustizia volute da Berlusconi e non mettiamo le Procure nelle condizioni di operare dando loro strumenti e mezzi finanziari, quello che succede a Napoli sarà solo l?inizio.

-da “Napoli e l’indulto”-

Categorie:Senza categoria Tag: ,